Sam Lowes è tornato a vincere dopo quattro anni di digiuno dal gradino più alto dal podio. Alle suue spalle si sono piazzati l’australiano Remy Gardner e il portacolori dello Sky Racing Team VR46 Marco Bezzecchi, che ha perso la seconda piazza nell’ultimo giro.

Il poleman Roberts parte in fondo


Il britannico si è aggiudicato la vittoria alla fine di una gara ricca di colpi di scena e un “toto-gomme” prima del via per via del meteo incerto. Una situazione che ha costretto il poleman Joe Roberts a partire dal fondo dello schieramento. La squadra del pilota americano, infatti, ha avuto un problema al tendicatena che è andato fuori registro nel sostituire gli pneumatici in griglia di partenza: un ritardo che li ha costretti a terminare l’operazione in pitlane.

Roberts si è lanciato nel warm up ma quando è apparso sul fondo dello schieramento di partenza, il gruppo aveva appena preso i via e l’americano ha dovuto sorpassare anche la safety car per ricongiungersi con gli altri e iniziare la sua rimonta che lo porterà a conquistare addirittura la sesta posizione.

Un altro colpo di scena è stata la prestazione di Luca Marini, che dopo il brutto highside in prova conclude fuori dalla zona punti.

La gara


Al via Remy Gardner va al comando, e ingaggia un bel confronto con Vierge e Martin, mentre Bezzecchi è quinto alle spalle di Lowes. Dal centro gruppo risale bene anche Jake Dixon, che è bravo ad andare velocemente al comando. A 5 tornate dalla fine, però, Dixon commette un errore e scivola, gettando alle ortiche quella che sembrava una vittoria certa, considerando anche il buon magine di vantaggio che aveva accumulato. Sam Lowes a questo punto eredita la prima posizione, davanti a Bezzecchi. Nel frattempo, sono usciti di scena anche Jorge Martin, Xavie Vierge e Jorge Navarro.

Alla fine Lowes vince davanti a Gardner e Bezzecchi, con Augusto Fernandez quarto a precedere Thomas Luthi e Joe Roberts. “Mi dispiace per Jake, stava girando proprio bene”, le prime parole di Sam Lowes dopo la gara sono per Jake Dixon.Jack aveva un ottimo ritmo, io da dietro cercavo di fare del mio meglio ho spinto al massimo. Ho fatto diversi podi nelle ultime gare, ma era un po’ che non vincevo, ci voleva...”  ha aggiunto il britannico Lowes, che ormai vive a San Marino.

Gli altri italiani


Secondo degli italiani Fabio Di Giannantonio, bravo a chiudere in ottava posizione nonostante una microfrattura ad una caviglia. Ottava posizione per Lorenzo Baldassarri, autore di una gran rimonta.

Enea Bastianini chiude nono al traguardo, ma rimedierà una penalità di 3 secondi per ‘short cut’.

Stefano Manzi conclude in quattordicesima posizione con la prima MV Agusta, mentre il suo compagno di squadra Simone Corsi è sedicesimo davanti a Luca Marini e Lorenzo Dalla Porta.

Ritiro, invece, per Nicolò Bulega, che a 10 giri dalla fine è stato costretto a imboccare la via dei box.

La classifica iridata vede sempre Luca Marini al comando, ma ora il vantaggio si è assottigliato a 15 punti su Enea Bastianini e 20 su Marco Bezzecchi per un terzetto tutto italiano al comando del mondiale. Sam Lowes è quarto a 22 lunghezze da Marini.

MotoGP, Petrucci: “Ne ho sentite tante, volevo vincere per zittire tutti”