Fabio Di Giannantonio ha chiuso in seconda posizione il Gran Premio di Teruel della Moto2. Il portacolori della Speed Up è riuscito così a concretizzare in gara dopo degli ottimi turni di prove, contrariamente allo scorso fine settimana. Per "Diggia" si tratta del secondo podio stagionale dopo quello di Barcellona.

"Oggi Lowes era imprendibile"


Seppur contento della propria gara, Fabio ha riconosciuto la superiorità di Sam: "Oggi Lowes era davvero imprendibile. Volevo stare con lui, ma dopo i primi due giri avevo già uno vantaggio superiore al secondo e mezzo, sembarava volasse. Complimenti a lui, ma sono felice della mia prestazione. A fine gara ho anche accusato qualche problema di visibilità, ma va benissimo così. Devo poi ammettere di avere ancora un po' di amaro in bocca per l'errore dello scorso weekend, perchè potevamo arrivare sul podio anche lì."

"Conoscere il mio futuro è rassicurante"


Intervistato da Sky Sport, "Diggia" ha parlato dei fattori che hanno contribuito a migliorare le sue prestazioni nelle ultime gare: "Sicuramente conoscere il mio futuro mi ha reso più sereno e libero da altri pensieri. Tuttavia, non è l'unica motivazione di questo miglioramento prestazionale, perchè è da Misano che abbiamo finalmente trovato la quadra e siamo tornati nelle posizioni in cui meritiamo di stare. Voglio lasciare questa squadra nel miglior modo possibile."

MotoGP, Mondiale piloti: Morbidelli in corsa per il titolo