Nel secondo turno di prove libere, Fabio Di Giannantonio ferma il cronometro sull'1'34.893. Risultato che lo vede come leader delle FP2, ma comunque alle spalle del compagno Navarro (solo nono in questa sessione) e Luca Marini nella combinata dei tempi del venerdì.

Enea Bastianini, dopo una caduta (senza conseguenze) ad inizio turno, risale in sella alla moto e migliora il tempo fatto registrare nella mattinata di pochi millesimi, assicurandosi comunque un sesto posto nella classifica combinata, preceduto dal britannico Lowes (il quale ha ormai fatto capire ad Enea che questa domenica sarà un osso duro), e Marcel Schroetter quinto in tutte le sessioni.

Bene ancora Garzo, settimo, che si mette alle sue spalle un buon Bendsneyder; Aaron Canet ed il nostro Baldassarri, nono e decimo, non si migliorano. Abbassano invece il loro tempo Stefano Manzi e Jorge Martin, i quali si aggiudicano temporaneamente l'accesso al Q2. Inseguono Luthi e Bezzecchi, non benissimo per il nostro azzurro, il quale, per soli 64 millessimi si aggiudica il passaggio momentaneo al Q2.

Inaspettatamente fuori dai primi quattordici Joe Roberts e Remy Gardner. Simone Corsi, Nicolò Bulega e Lorenzo Dalla Porta, si ritrovano invece nelle parti basse della classifica, non una buona partenza per loro.

La classifica combinata FP1+FP2