L’ultimo appuntamento stagionale per la Moto2 si conclude con una gara indescrivibile. Dopo una grande partenza di Luca Marini, inseguito fin da subito da Sam Lowes, risale dalla quarta posizione fino al vertice Remy Gardner, cha fa sua Portimao.

L’australiano, in grande forma già dalle qualifiche, ha fatto registrare il record della pista proprio nell’ultimo giro, grazie al quale è riuscito ad aggiudicarsi la vittoria davanti a Marini e Lowes.

Marco Bezzecchi ed Enea Bastianini dopo una gara sofferta e tiratissima concludono quarto e quinto, staccati di 8 secondi dai primi due. Dietro di loro Jorge Martin, minaccioso fino all’ultima curva per il "Bestia", inseguito dallo statunitense Roberts, protagonista di una grande rimonta.

Enea è Campione del Mondo!


Dopo una partenza brillante, il riminese ha cominciato ad accusare un lieve calo di prestazione nei giri successivi, vedendo allontanarsi il trio di testa giro dopo giro, mentre lui restava invischiato in una continua lotta con Martin, Fernandez e Bezzecchi per la quarta posizione.

Incertezza fino all’ultimo secondo, ma una volta tagliato il traguardo,Enea Bastianini ha tirato l'agognato sospiro di sollievo, laureandosi campione del mondo della classe di mezzo con 9 punti di vantaggio sui diretti inseguitori Marini e Lowes e 21 da Bezzecchi.

Il miglior modo per Enea di approdare nella classe regina del Motomondiale. Vai “Bestia”!

Lowes pauroso, da applausi


Solo lui sa come possa aver portato a termine questa gara con una mano rotta. Nei primi giri ha dimostrato la velocità degli scorsi giorni, ma mai ci si sarebbe aspettati una tenuta fisica simile da parte del britannico, finito sul gradino più basso del podio (sia della gara che del mondiale) nonostante i diversi errori commessi in gara, firmando giri veloci uno dietro l’altro.

Minaccioso fino all’ultimo, ma purtroppo per lui, non sono bastati gli sforzi fatti. Discorso che vale anche per Luca Marini, che torna sul podio dopo l’ultima vittoria ottenuta diverse gare fa nel GP di Catalogna. Sfumato il successo della gara, il pilota dello Sky Racing Team è vice-campione del mondo. Quarto posto, anche lui come il britannico sia in gara che in campionato, per il compagno Bezzecchi pronto a giocarsi il titolo della Moto2 nella prossima stagione in sella alla stessa moto ma affiancato da Celestino Vietti.

Gli altri azzurri oggi in gara


Fabio Di Giannantonio, compromette la sua gara, cadendo nella prima curva del primo coinvolgendo anche il connazionale Nicolò Bulega. Baldassarri, complice di un'ottima rimonta, conclude in nona posizione.

Lorenzo Dalla Porta, ad un passo dalla zona punti, finisce in diciassettesima posizione. Non bene per MV che vede Stefano Manzi concludere in diciannovesima posizione e Simone Corsi costretto al ritiro a metà gara.

La classifica