Moto2, Baldassarri: “Con MV Agusta una pressione positiva”

Moto2, Baldassarri: “Con MV Agusta una pressione positiva”

Il marchigiano è pronto a debuttare con i colori del team MV Agusta Forward e ci ha raccontato il primo approccio positivo con la F2

26 febbraio

Nella splendida cornice di Courmayeur è stato presentato il nuovo MV Agusta Forward Racing Team con il tridente composto da Simone Corsi, Lorenzo Baldassarri e Tommaso Marcon, con quest'ultimo che affiancherà i due compagni in alcune gare europee.

Se il romano è stato confermato dallo scorso anno, Baldassarri è al suo debutto con la MV Agusta F2, ma non con la squadra dove aveva già corso in passato. Il marchigiano ci ha raccontato: “Sono molto motivato per iniziare, non vedo l’ora. Ho avuto tre anni di esperienza con questo team, ma è un po’ cambiato e poi è un onore per me correre con un marchio così storico e importante per l’Italia. È una nuova sfida”.

L'importanza del nome


Finora “Balda” ha guidato una Kalex, avere un marchio alle spalle è qualcosa di speciale: “La Moto2 ormai è quasi un monomarca. Con questo marchio si ha una pressione diversa, positiva, perché ha fatto la storia e la differenza. Un vero appassionato di motori questo lo riconosce”. La F2 l’aveva potuto provare in un test disputato lo scorso anno e caratterizzato dal maltempo, ma il pilota assicura: L’approccio è stato positivo. Non avevo potuto fare molti giri per le condizioni meteorologiche e quando ho potuto la pista non era in condizioni ottime. Però guardando i riferimenti cronometrici per com’era la pista siamo stati piuttosto veloci”.

L'inizio è stato positivo


Questo certamente gli ha lasciato buone sensazioni e nel dettaglio ha spiegato: Non avevo nessuna aspettativa. Appena sono salito sopra l’ho subito sentita distaccata, mentre la Kalex è più istintiva fin da subito anche per chi inizia”. Nonostante questo ha ammesso: “Veramente in poco tempo ho costruito quel feeling, sono stato subito piuttosto veloce, non ci ho messo tanto a mettere intensità”.

Baldassarri è tra i veterani della classe di mezzo e si appresta a disputare la sua ottava stagione con questi obiettivi: “Il primo di costruire una buona solida base nei test e poi cercare di essere il più competitivo possibile fin da subito, senza farmi troppo castelli di sabbia. Vorrei anche avere il traguardo di un podio tra i miei pensieri. Sarebbe molto buono”. Dall’altra parte del box troverà Simone Corsi e Tommaso Marco: “Con Simone siamo in buoni rapporti. C’è rispetto. Possiamo solo che darci una mano a vicenda, poi in pista lotteremo l’uno contro l’altro come sempre, com’è normale che sia. Tommaso non lo conosco ancora”.

Un profilo da campione, Moto2: Lorenzo Baldassarri

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi