Da Portimao a Valencia. No, non è la nuova canzone di Giusy Ferreri, bensì il riassunto della giornata di test che ha visto coinvolti tanti piloti di Moto3 e Moto2: la maggior parte si è sfidata sull’ondulato tracciato portoghese, mentre una minor parte si è allenata sulla pista spagnola.

Qui Portimao: Italians do it better, Bezzecchi e Migno davanti a tutti


Tanti come detto i piloti impegnati a Portimao, sia della classe della classe leggere che di quella di mezzo, con alcuni riscontri già molto interessanti. In Moto2 a dettare il passo della prima giornata è Marco Bezzecchi, grazie al suo 1’43”322, con il quale precede di soli 53 millesimi Remy Gardner, nuovo acquisto del team Ajo nonché poleman di Portimao nel 2020 in 1’42”592.

Terza piazza per un altro nuovo acquisto come Joe Roberts, chiamato a sostituire il campione in carica Enea Bastianini nel team Italtrans, che precede Marcos Ramirez e Marcel Schrotter, a circa quattro decimi dalla prima posizione. Sesto è Xavi Vierge con la Kalex del team Petronas davanti al miglior debuttante di giornata ossia Raul Fernandez, che incassa 674 millesimi da Bezzecchi.

Lo spagnolo precede un interessante quartetto di azzurri formato da Lorenzo Dalla Porta, Celestino Vietti, Fabio Di Giannantonio e Stefano Manzi, con il romano del team Gresini primo pilota ad incassare più di un secondo dalla vetta. Più in difficoltà il debuttante (al pari di Vietti) Tony Arbolino, 14° (su 19) a poco più di un secondo dalla vetta, ma comunque davanti ai connazionali Nicolò Bulega e Yari Montella, con quest’ultimo a chiudere la classifica di categoria.

In Moto3 è di Andrea Migno (unico azzurro della categoria presente) la prima posizione, con il crono di 1’48”565. Il primo inseguitore del ragazzo di Saludecio è Deniz Oncu (+0.226), seguito a sua volta da Jaume Masia.

Qui Valencia: Canet e Yamanaka i migliori


Meno numerosa la truppa presente al Ricardo Tormo di Valencia, che conta comunque al suo interno nomi di spessore. In primis quello di Aron Canet, che in Moto2 svetta con il crono di 1’35”475, seguito a soli 96 millesimi da Sam Lowes, con Bo Bendsneyder a chiudere l’ipotetica prima fila.

Quarta piazza per l’altro portacolori Marc Vds Augusto Fernandez, seguito da Tom Luthi e dal debuttante di lusso Albert Arenas, che chiude la classifica di categoria a più di un secondo e mezzo dalla prima posizione. In Moto3 infine è Ryusey Yamanaka il più rapido in 1’39”933, davanti a Sergio Garcia ed al compagno di squadra Jason Dupasquier.

Moto2, Beaubier: “Marquez era tremendo sin da ragazzino”