Anche la seconda sessione di prove libere della Moto2 è passata in archivio per quanto riguarda il secondo GP in Qatar, con una sorpresa in cima alla classifica. A guardare tutti dall’alto infatti al termine delle FP2 è il debuttante Raul Fernandez, che oltre ad aver mostrato un ottimo passo ha fissato il riferimento grazie al tempo di 1’58”541, già più veloce della pole fatta segnare da Sam Lowes nel primo Gran Premio dell’anno.

Grazie a questa ottima prestazione il portacolori del team Ajo è riuscito a staccare notevolmente i suoi inseguitori, relegando Fabio Di Giannantonio (2°) a mezzo secondo, e Remy Garder (3° dopo le difficoltà in FP1) a più di sei decimi. Ai piedi dell’ipotetica prima fila Marco Bezzecchi, molto utile anche nei panni di traino per il giovane compagno Celestino Vietti, 8° a poco più di sette decimi dalla vetta.

Attiva ora DAZN e guarda le gare di MotoGP, Moto2 e Moto3 live e on demand

Ogura sorpresa, Bulega in top ten nonostante una caduta


Quinta piazza per l’alfiere del team Italtrans Joe Roberts, seguito da un altro ottimo rookie ossia Ai Ogura, capace addirittura di precedere Sam Lowes, che si è visto cancellare un giro valevole per la quarta piazza proprio nel finale di sessione. Alle spalle dell’inglese il già citato Vietti, con Marcel Schrotter e Nicolò Bulega (primo pilota ad incassare un secondo) a chiudere la top ten. Per il romagnolo una sessione positiva, nonostante una caduta alla curva cinque nelle prime fasi.

Appena fuori dalla top ten Stefano Manzi, in ripresa rispetto alla FP1, mentre tutti gli altri italiano gravitano oltre alla ventesima piazza. In 21° posizione troviamo infatti Tony Arbolino, seguito dai connazionali Lorenzo Dalla Porta e Yari Montella. Peggio ancora sono andate le cose a Lorenzo Baldassarri, 26° davanti a Syahrin ed al compagno Tommaso Marcon, ancora molto lontano dal resto del gruppo.

La classifica


MotoGP Doha, FP1: Aprilia in vetta con Aleix Espargarò, Rossi solo 17°