Talmente felice da non sapere esattamente cosa dire, perché la dedica è per chi non c'è più e per chi lavora per ricordarlo sempre: Fabio Di Giannantonio ha vinto il Gran Premio Moto2 di Jerez in assoluto dominio, dallo start alla bandiera a scacchi.

Il pilota del team Federal Oil Gresini, proprio a Fausto ha dedicato il primo successo ottenuto nella Middle Class, a coincidere con la prima affermazione italiana dell'anno: "Non so che dire - le sue 'non parole iniziali, ma poi riesce a trovarle' - davvero. Incredibile finire in testa qui, non pensavo di poter avere un passo così veloce. Ho effettuato una super partenza, poi ho martellato in ogni passaggio della gara".

Come ti valuti dopo un Gran Premio così?

"Dunque, mi do un bel... voto 10!  (Ride). Sì, oggi io e la squadra meritiamo una valutazione del genere. Dopo l'arrivo abbiamo alternato lacrime e risate, potete immaginare... penso che io ed il team possiamo essere sempre da 10, gli avversari da battere sono forti e tanti, ma noi vogliamo giocarcela".

Pedro Acosta, capoclassifica della Moto3 iridata