Non solo le concessioni con effetto immediato ad NTS ed MV Agusta all’ordine del giorno nella riunione web della Grand Prix Commission di lunedì, ma anche la ratifica del regolamento tecnico per la prossima stagione, il cui obiettivo è ancora una volta l’abbassamento dei costi della categoria.

Vediamo dunque cosa contempla il nuovo regolamento 2022 della Moto2

Performance parts


Per il 2022 le parti che saranno omologate e quindi non più modificabili se non attraverso rimozione di materiale per liberare spazio o per aumentare il raffreddamento della moto saranno le seguenti:

- Telaio

- Forcellone

- Carenatura principale

- Parafanghi anteriori

- Tutte le specifiche attuali dichiarate nel 2021 continueranno ad essere omologate nel 2022 (e per le stagioni future).

- Ogni produttore sarà autorizzato a compiere un aggiornamento nel 2022 per ciascuna delle parti di prestazioni elencate precedentemente: ciò potrebbe avvenire in tempi diversi.

L’unica modifica permessa alle parti performanti omologate è la riduzione di materiale, ma alle seguenti condizioni:

Carena principale e parafango anteriore: Il materiale può essere rimosso tramite levigatura, foratura e taglio, a condizione che non influisca o comporti cambiamenti al profilo del disegno approvato. L'unico scopo della rimozione del materiale è quello di fornire ulteriore spazio libero e/o raffreddamento, se necessario, e ogni sforzo deve essere compiuto per garantire che questi siano gli unici effetti, a sola discrezione del Direttore Tecnico.

Telaio e forcellone: La rimozione del materiale può essere richiesta solo dal costruttore del telaio a condizione che non influisca o senza apportare alcun cambiamento al profilo del progetto approvato. L'unico scopo della rimozione del materiale dovrebbe essere quello di fornire ulteriore spazio e/o raffreddamento, se necessario, e ogni sforzo deve essere fatto per garantire che questi siano gli unici effetti.

Prima della eventuale rimozione di qualsiasi materiale, il telaio o il forcellone deve essere presentato al Direttore Tecnico che deve attestare la conformità rispetto al progetto originale approvato nella forma e nel peso. Una volta confermato, il pezzo verrà registrato e verrà applicato un timbro ufficiale che permetterà di rimuovere il materiale. Una vota rimosso il materiale, dovrà essere registrato il nuovo peso del pezzo.

Concessioni per i produttori di telai


Come avviene per la MotoGP, anche in Moto2 chi non ha ottenuto podi potrà avvalersi di concessioni come l’aggiornamento di alcuni pezzi una sola volta in stagione.

Questo è quello che prevede il nuovo regolamento: “Autorizzazione per una volta durante la stagione ad aggiornare il parafango anteriore e la carenatura principale o il telaio e il forcellone”.

GP Francia, Moto3 e Moto2: a Le Mans sono tante le speranze azzurre