Raul Fernandez: “Il mio passaggio in MotoGP? Lasciamo stare...”

Raul Fernandez: “Il mio passaggio in MotoGP? Lasciamo stare...”

Continuano a far discutere le modalità con cui KTM ha annunciato il passaggio dello spagnolo in MotoGP, scontentando anche lo stesso pilota iberico, che avrebbe preferito continuare ancora un anno in Moto2

Si tinge di giallo il passaggio di Raul Fernandez in MotoGP nel 2022 con i colori del team Tech 3. Una promozione “forzata” dalla Casa austriaca pur di non perdere il giovane pilota spagnolo, corteggiato da molti, in primi da Petronas, struttura alla disperata ricerca di una coppia di piloti da schierare nella top class.

“Non voglio parlare di futuro, sarebbe un errore”, ha spiegato Fernandez ai microfoni di Dazn Spagna dopo le qualifiche del GP Stiria. “Voglio concentrarmi sulla Moto2, che è la cosa più importante. Andremo avanti gara per gara”.

“Se nel 2022 sarò dove vorrei essere? No. Lasciamo stare”, ha dichiarato il #25, lasciando intendere le sue perplessità sul passaggio nella classe regina. Alcune settimane fa, lo spagnolo aveva dichiarato, infatti, che avrebbe preferito continuare ancora un altro anno in Moto2. "Ma la vita va così", ha tagliato corto Raul.

Moto3, GP Stiria: Acosta fenomenale, Fenati sul podio

Le scuse di Beirer a Petrucci


Il rapido evolversi della situazione ha costretto la Casa austriaca a modificare i propri piani, dando il benservito a Petrucci e Lecuona in modo sicuramente poco elegante. “È stato il momento più difficile della mia carriera: Raul ha avuto altre offerte e abbiamo deciso di agire subito, tutto questo non era pianificato. Ci scusiamo con Danilo”, ha commentato Pit Beirer, responsabile racing KTM rivolgendosi al pilota ternano, letteralmente licenziato nel corso delle qualifiche di ieri.

Una situazione certamente gestita male, che rischia di generare ulteriori strascichi.

MotoGP Stiria, Martin celebra la pole: "Lavorato duro per essere qui"

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi