Terza ed ultima sessione di prove libere per la Moto2 in quel di Aragon, con gli ultimi verdetti per quanto concerne ammessi ed esclusi in vista delle qualifiche. In una sessione subito accesa, con alcuni piloti abili nei primi minuti di sessione a sfruttare la gomma lasciata dalle MotoGP, a guardare tutti dall’alto è Raul Fernandez, che nonostante il problema alla mano destra riesce a fermare il cronometro sul tempo di 1’51”859.

Lo spagnolo numero 25 precede il suo compagno di squadra Remy Gardner, staccato di 115 millesimi e seguito da Sam Lowes, proprietario di un ottimo passo di gara. Bene anche Jorge Navarro, 4° e galvanizzato dall’ufficialità del suo passaggio nel team Pons nel 2022. 5° posizione per Fabio Di Giannantonio, bravo a riprendersi rapidamente dopo la caduta alla curva 9 nelle prime fasi del turno.

Bezzecchi e Bulega in top ten


Il romano è seguito dal connazionale Marco Bezzecchi, che incassa sei decimi circa dalla vetta, e dalla coppia del team Aspar formata da Albert Arenas (caduto senza conseguenze) ed Aron Canet, mentre Nicolò Bulega chiude la top ten davanti ad un ottimo Fermin Aldeguer, capace nel corso del turno di occupare anche la terza piazza.

Tornando sugli azzurri l’acciaccato Lorenzo Dalla Porta (secondo pilota ad incassare un secondo dalla vetta) è 18° davanti a Simone Corsi, mentre Tony Arbolino risale leggermente rispetto a ieri in 23° posizione. Più in difficoltà infine Stefano Manzi (25°) e Celestino Vietti, 29° alle spalle del giovane spagnolo Manuel Gonzalez, in pista al posto di Lorenzo Baldassarri.

Moto2, salto di categoria per Pedro Acosta nel 2022