Moto2, Fernandez: “Avrei dovuto pensare più al campionato che alla gara”

Moto2, Fernandez: “Avrei dovuto pensare più al campionato che alla gara”

Con la caduta avvenuta a Misano, lo spagnolo ha seriamente compromesso la sua lotta al titolo e ha così raddoppiato il distacco da Gardner

26 ottobre

Erano nove i punti che Raul Fernandez aveva di ritardo, in campionato, dal suo compagno di squadra Remy Gardner prima della gara di Misano. E oggi il distacco è aumentato considerevolmente a 18 lunghezze, dopo la sua caduta sul tracciato romagnolo e il settimo posto dell’australiano. Proprio nel momento in cui lo spagnolo stava dominando e avrebbe potuto strappargli la leadership del campionato, tutto è sfumato con una caduta che pesa tanto nella lotta al titolo.

La delusione è forte


Nella veste di rookie, Fernandez sta conducendo una stagione incredibile nella classe di mezzo, in cui ha raccolto sette successi e un totale di dieci podi e in cui stava riuscendo làddove Marc Marquez prima di lui non era riuscito: vincere il titolo al primo anno. “Non so cos’è successo” ha detto Fernandez ai microfoni di motogp.com, “è molto difficile non sapere cosa sia successo. Quando sono in gara non penso al campionato, voglio vincere la gara. Ho commesso un errore molto strano, perché ho fatto tutto come sempre”.

È tempo di distrarsi


Nulla è ancora perduto, in palio ci sono ancora 50 punti, ma è inutile negarlo: la situazione ora è più che difficile per lui. A Gardner basteranno 8 punti a Portimao per diventare il nuovo campione del mondo di Moto2 e Fernandez ne è consapevole: “Ora devo andare a casa, divertirmi, ripulire la mente da quanto successo e dare il massimo nelle prossime due gare”. Impossibile, per lui, non avere un rammarico: “Sono molto dispiaciuto per il mio team. Avrei dovuto pensare più al campionato che a vincere la gara, ma non voglio più pensare alla caduta. Proverò a migliorare in futuro”.

Moto2: Joe Roberts operato alla spalla sinistra con successo

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi