Pedro Acosta: “Ho rifiutato il salto in MotoGP nel 2022”

Pedro Acosta: “Ho rifiutato il salto in MotoGP nel 2022”© GpAgency

Il campione del mondo Moto3 2021 ha declinato l'offerta, preferendo il passaggio in Moto2 prima di salire in top class

Bruciare le tappe, ma senza fretta. Sembra un paradosso, ma è questa l’intenzione di Pedro Acosta, fresco vincitore del Mondiale Moto3 a soli 17 anni e già pronto al salto in Moto2, categoria dove il murciano potrà dire immediatamente la sua contando sul supporto del team di Aki Ajo.

Calma e maturità


Ma, come rivelato dallo stesso Acosta, il salto poteva essere addirittura doppio. "C'era la possibilità di andare direttamente in MotoGP senza passare dalla Moto2 ma ho pensato che non ci fosse bisogno di saltare le tappe”, ha rivelato il murciano ai microfoni di DAZN. Acosta non ha nessuna intenzione di emulare piloti come Jack Miller e Darryn Dinder: "È un bene per me fare esperienza perché credo che ancora me ne manchi e voglio imparare passo dopo passo. Questo mi aiuterà se mai arriverò in MotoGP".

"L'importante non è vincere nelle categorie inferiori ma essere pronti per fare bene quando si arriva in cima".

Discorsi che mostrano la grande maturità del pilota di Mazarron, qualità già dimostrata in pista nel 2021: "Se non vincerò subito il Campionato del Mondo Moto2, anche se fosse solo per un punto, mi piacerebbe rimanere nella categoria per un secondo anno. Alla fine del 2022 avrò 18 anni, al momento non ho nemmeno la patente per guidare la macchina, quindi se restassi un altro anno in Moto2 non succederebbe nulla. Potrei provare a battere il record di Johann Zarco, diventato due volte Campione del Mondo nella categoria", ha concluso Pedro.

Moto2: frattura per Navarro nei test di Jerez

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi