Moto2, le Pagelle del GP di Francia

Moto2, le Pagelle del GP di Francia

Fernandez ha vinto in solitaria, dopo l’errore commesso da Acosta, mentre gli italiani hanno un po’ sofferto. Ecco i voti del settimo appuntamento

16 maggio

Le Kalex del team KTM Ajo hanno dominato la scena: prima è stato Pedro Acosta a guidare la corsa, e proprio mentre quando ormai si pensava stesse viaggiando verso la sua prima vittoria in Moto2, è scivolato lasciando la strada libera al compagno di squadar Augusto Fernandez. Nessuno degli italiani sul podio, ecco le nostre pagelle sul settimo Gran Premio stagionale, disputato a Le Mans.

Classifica Moto2: Vietti resta in testa al Mondiale, dopo il GP di Francia

Augusto Fernandez, 10


Mancava dal gradino più alto del podio dal 2019. Vittoria meritata per lo spagnolo che ha gestito perfettamente ogni parte della gara francese.

Aron Canet, 9


Si è imposto sugli avversari e ha vinto i duelli, per poi assicurarsi il secondo posto consecutivo. Lo spagnolo è consapevole delle sue potenzialità e recupera punti in campionato (è terzo).

Somkiat Chantra, 9


Ottimo duello finale con Cameron Beaubier per assicurarsi il podio. Il thailandese torna davanti dopo aver commesso diversi errori nelle gare precedenti. Serve costanza.

Celestino Vietti, 6


Ha salvato il salvabile in un fine settimana che non gli ha mai sorriso. Buono il recupero sul finale, per agguantare più punti possibili in ottica iridata.

Ai Ogura, 6


Quinto posto per il giapponese che rincorre Vietti in campionato. Buono, ma non si merita più della sufficienza. Bisogna rimboccarsi le maniche per ridurre quei 16 punti iridati.

Tony Arbolino, 5


Caduto al secondo giro, non è potuto ripartire. Arrivava dal terzo posto di Jerez, era il migliore italiano in griglia di partenza ma non è riuscito a concretizzare. Peccato.

Pedro Acosta, 4


Per esser caduto quando era in testa e anche con vantaggio, merita l’insufficienza. Ma lo spagnolo ha fatto vedere cose interessanti a Le Mans, è arrivata la svolta?

Alonso Lopez, NC


Era in zona podio quando è stato falciato da Albert Arenas. Non possiamo dargli un voto perché non ha visto la bandiera a scacchi, ma quanto fatto vedere è stato senz’altro molto positivo.

Dalla R250 alla Moto2: la terra di mezzo di Fantic Motor

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi