Ci si aspettava più di un dodicesimo posto da Romano Fenati, al debutto in Qatar nella nuova squadra di Valentino Rossi in Moto3. In realtà c’è stato un problema tecnico, come spiega Vittoriano Guareschi, manager del Team Sky VR46. «C’è stato un malfunzionamento del monoammortizzatore: ad un certo punto l’idraulica non ha funzionato come avrebbe dovuto, quindi ha “bruciato” la gomma posteriore. Tutto è cominciato durante il turno di qualifica, sabato: Romano non riusciva a fare gli stessi tempi delle prove libere, rientrava ai box e ci diceva che la moto non era più la stessa. Al termine delle qualifiche abbiamo scoperto che il monoammortizzatore si era bloccato, non lavorava più in modo corretto. Abbiamo messo tutto nelle mani dell’assistenza White Power, ovviamente, e i tecnici ci hanno poi riconsegnato il “mono” revisionato. Ma nemmeno in gara ha funzionato bene: Romano ha continuato ad avvertire il chattering e oltre a non farlo guidare bene, a sette giri dalla fine le vibrazioni hanno danneggiato la gomma posteriore. Ecco perché Romano ha perso il contatto col gruppo».