I piloti dello Sky Racing Team VR46 Francesco Bagnaia e Romano Fenati sono intervenuti su Sky, per raccontare il loro esordio nel Mondiale 2014 di Moto3 in Qatar, in attesa della seconda gara ufficiale, in programma domenica 13 aprile ad Austin, nel Gp of the Americas. Com’è andata la prima? BAGNAIA: “E’ andata molto bene. La prima gara è stata complicata ma ci siamo divertiti molto, perché con la squadra abbiamo fatto un ottimo lavoro, trovato una base molto buona e quindi siamo pronti per continuare”. FENATI: “Anche io e i miei tecnici abbiamo lavorato bene, soprattutto durante le prove. Poi, in gara, purtroppo abbiamo avuto un piccolo problema, ma ci può stare. Alla fine ci siamo messi subito a posto. E’ stato forse meglio aver avuto qualche piccolo problema durante la prima gara, piuttosto che a fine campionato, quando magari c’è in palio qualcosa di più importante”. Qual è il rapporto tra di voi? Vi date dei consigli? BAGNAIA: “Romano rispetto all’anno scorso è cambiato, si è tranquillizzato molto (sorride, ndr). Per quanto possiamo essere amici, è pur sempre un avversario e quindi consigli è meglio non darne”. FENATI: “Pecco è il classico ragazzo che fuori dalla pista vedi tranquillo e poi in pista non è tranquillo (sorride, ndr). Fuori dalla pista siamo amici, ma già in pit lane inizia la sfida. Poi, oltre al compagno di squadra, ce ne sono altri 32!”. E con Valentino Rossi? BAGNAIA: “E’ un ottimo ragazzo, ci aiuta tanto dandoci la possibilità di andare con lui ad allenarci giù al ranch, e poi quando stai con lui stai bene, perché è un ragazzo che scherza molto e ci si diverte”. FENATI: “In pista in Qatar ci ha detto dove sbagliamo e dove magari facciamo meglio degli altri, ma anche lui i consigli se li tiene un po’ (ride, ndr)”. L’obiettivo per Austin? BAGNAIA: “L’obiettivo è fare sempre il meglio che si può, arrivare più avanti possibile”. FENATI: “Speriamo di lottare con quelli davanti”.