A Jerez, Fabio Quartararo ha concluso con il miglior tempo la tre giorni di test della Moto3. Il francese (che parla spagnolo come fosse la sua lingua madre, tanto il tempo che ha passato in Spagna correndo - e vincendo - nel CEV) ha chiuso con un crono di 1’45”580, migliorando di oltre mezzo secondo la pole position di Jack Miller del GP Spagna 2014. Insomma, il francese (per il quale è stata introdotta una deroga “dedicata” alla regola dell’età minima leggi QUI) si sta rivelando all’altezza delle aspettative della mega - squadra Estrella Galicia che lo ha fatto crescere e portato al Mondiale. Quartararo non è stato l’unico pilota a girare sul ritmo dell’1’45” nella tre giorni di test a Jerez: lo spagnolo Jorge Martín (Mahindra) nella seconda sessione di giovedì ha fatto il suo miglior giro in 1’45”593. Il terzo miglior pilota a riuscire nell’impresa è stato l’inglese Danny Kent (Leopard Racing), con il tempo finale di 1’45”964. Per quanto riguarda i nostri, il migliore degli italiani è stato Niccolò Antonelli, quarto tempo a 4 decimi da Quartararo. Francesco Bagnaia, ex KTM del team di Valentino Rossi, il VR46, e ora salito sulla Mahindra, ha concluso con il decimo tempo, a 9 decimi. Dodicesimo Enea Bastianini, sulla Honda Gresini (+1’120), mentre Romano Fenati, pilota di punta del VR46, conclude la tre giorni di test con il 14° crono (+1’162). Il prossimo test si svolgerà sempre a Jerez dal 17 al 19 marzo, appena una settimana prima della gara inaugurale del Campionato del Mondo 2015, il Gran Premio del Qatar sul tracciato di Losail. I tempi dei 3 giorni L'analisi dei tempi