Gara capolavoro per tattica e controllo del leader del mondiale, l'inglese Danny Kent che esce da Barcellona con ben 51 punti di vantaggio su Enea Bastianini, secondo in gara e unico rivale nella lotta per la vittoria del titolo. Gara di gruppo, combattuta e serrata per 20 giri con Antonelli, Vazquez, Oliveira e Navarro a lottare ad ogni curva. Ma al penultima giro, con una strategia perfetta Kent è passato in testa e ha dato quel “tirotto”, già provato nei giri precedenti che gli ha permesso di vincere in volata. Per Bastianini, dopo la prima pole in carriera, la conferma che adesso è davvero un big, ma anche un piccolo problema con il cambio che non ha accettato un cambio di marcia, facendogli perdere il contatto con il primo. Romano Fenati paga qualifiche mediocri e si è trovato sempre nel gruppo degli inseguitori. Il suo ottavo posto suona negativo, perché da lui ci si aspetta qualcosa di più, anche il sabato. Bene Andrea Locatelli, 12esimo e Maria Herrera che va a punti dopo una gara combattuta nel gruppo.