Danny Kent (primo): “Ieri non è stata la mia giornata migliore ma solo perché stavo lavorando per la gara. Oggi ho cercato di risparmiare le gomme. È andata bene. Ho fatto le scelte giuste, perché questo sistema ci ha regalato la pole position”. Miguel Oliveira (secondo): “Sono secondo ma primo tra le KTM. È andata bene, considerando che sono in fase di recupero. Ho lavorato costantemente e sono stato veloce tutti i turni. Fatico a fare molti giri, quindi in gara sarà dura, però sono ottimista, perché la prestazione c'è”. Muhammad Khairuddin (terzo): “È andato tutto bene. Per fortuna abbiamo fatto le mosse giuste al momento giusto ed alla fine, quando sono entrato in pista, ho potuto esprimere tutto il nostro potenziale”. Enea Bastianini (quarto): “Sapevo di poterci provare e pensavo di poterci riuscire. A partire dalla prima fila, intendo. Purtroppo sono entrato al momento sbagliato e non avevo nessuno davanti. Ho dovuto giare da solo. Ho cercato gli altri ma non ho trovato nessuno. Comunque la gara sarà domani. Spero che riuscirò a fare quello che non mi è venuto bene oggi”. Romano Fenati (undicesimo): “Ho fatto più chilometri strisciando sull'asfalto che poggiando il ginocchio a terra! È la prima sessione che finisco in piedi. È stato importante, per riprendere fiducia. Ieri ho visto che anche facendo pochi giri andavo forte. Oggi ero concentrato ed ho pensato a trovare un buon feeling. Domani correrò una gara in rimonta. Sono ottimista, perché gli altri non sono lontani. Devo partire bene e poi potrò giocarmela con gli altri, anche perché la spalla non mi fa male quando sono in moto. Ho solo un po' di dolore quando non sono in moto". Riccardo Piergentili