Nel primo giro accade di tutto. I velocissimi Hanika (primo) e Navarro (terzo ma partito dalla pole position) finiscono a terra, così come Martin. Al termine del secondo giro cade anche Binder. Al comando c'è Isaac Viñales, seguito da Kent, Kornfeil e Fenati, pressato dalla sorprendente Maria Herrera. Scatenato anche Locatelli, ottavo, in rimonta a suon di giri veloci. A 15 giri dal termine anche Viñales finisce a terra mentre Kent fa segnare il giro più veloce di una corsa ad eliminazione. A 12 giri dalla fine il sogno di Maria Herrera termina nella via fuga, mentre Kent va in fuga, con Kornfeil in seconda posizione messo nel mirino della KTM di Fenati, seguito da altri tre italiani: Locatelli, Antonelli e Bagnaia. Anche a causa delle numerose cadute nei primi giri, la gara della Moto3 a Silverstone è stata meno emozionante del solito. Niente bagarre. A 9 giri dal termine Antonelli (il più veloce in pista) passa Locatelli, salendo al quarto posto, mentre Fenati continua a recuperare terreno su Kornfeil. Romano, però, esagera e finisce a terra, lasciando la terza posizione ad Antonelli. La gara resta "viva" grazie alla rimonta dei due italiani (Antonelli e Bagnaia) su Kornefil. Manca l'altro protagonista italiano, Bastianini, secondo nella classifica mondiale. Enea è settimo, lontano dal podio, lontanissimo da Kent. A 5 giri dal termine bagnaia raggiunge Antonelli. I due italiani ingaggiano un bellissimo duello. Antonelli rischia di arrivare lungo un paio di volte ma Bagnaia non ne approfitta, perché è davvero al limite. A 3 giri dal termine Locatelli finisce a terra e Kent si prende un grosso rischio, a causa di una repentina perdita di aderenza del retrotreno. A 2 giri dal termine Bagnaia passa Antonelli. I due italiani sono i più veloci in pista. Vedono Kornfeil, che è vicinissimo. Però Bagnaia, dopo essere stato sorpassato da Antonelli, esagera e finisce a terra. Caduta scenica, col pilota che scivola sull'asfalto e la moto che termina contro il muretto dei box. All'inizio dell'ultimo giro è out anche Bastianini, che era risalito in sesta posizione. Antonelli, virtualmente sul podio, decide di non prendersi rischi; l'attacco a Kornfeil, quindi, viene messo in archivio. Per Niccolò un'altra bella prestazione, dopo la vittoria a Brno. Da segnalare il bel recupero di Fenati. Romano, ripartito molto indietro dopo la caduta, termina la sua fatica in dodicesima posizione. Qui potete leggere la classifica della Moto3. Riccardo Piergentili