Moto3 Aragon: Oliveira vince, Fenati terzo

Moto3 Aragon: Oliveira vince, Fenati terzo
Il portoghese vince una gara tirata fino alla fine: nell’ultimo giro cadute di Bastianini, Kent e Binder

Redazione

27 settembre 2015

di Federico Porrozzi Al via della gara Moto3 di Aragon, gli occhi sono puntati sul portoghese Miguel Oliveira (KTM), sul leader della classifica Danny Kent (Honda) e sui tre italiani Bastianini (autore della pole su Honda), Antonelli e Fenati. E proprio Oliveira che, allo spegnimento del semaforo rosso, prova a forzare subito il ritmo per fare selezione. Il portoghese cerca di prendere vantaggio sul gruppo dei migliori (formato da 10 piloti) ma sia Kent, sia Navarro e sia il “trio” italiano non lo lasciano andare. Il più attivo, nelle prime fasi di gara, è Niccolò Antonelli (Honda), che prova per tre giri a togliere a Oliveira la leadership della gara. Ci riesce a quindici giri dalla fine, ma come nella migliore tradizione della Moto3 le posizioni di testa cambiano ad ogni curva fino a poche tornate dal termine: in testa si alternano Oliveira, Bastianini, Antonelli, Fenati e Kent ma nel primo gruppo ci sono anche Navarro, Binder, Oettl, Vasquez e Marquez. Il doppio episodio che decide la gara arriva all’ultimo giro: Oliveira cerca di fare la differenza, seguito dal compagno di squadra Binder che gli fa da “scudiero”. Bastianini, in quel momento terzo, non ci sta e prova ad attaccare Binder per non far scappare Oliveira. In ingresso curva, però, arriva più veloce del duo di testa e tocca la ruota posteriore di Binder, che dopo un high-side finisce in terra trascinandosi dietro lo stesso Bastianini. Oliveira si invola così indisturbato verso la meritata terza vittoria stagionale, confermando in gara quanto di buono fatto vedere venerdì e sabato in prova e soprattutto recuperando terreno in campionato (ora è terzo a -75 punti dalla vetta) ai danni dei suoi avversari. Già, perché negli ultimi metri, dopo le scivolate di Bastianini e Binder arriva anche il secondo colpo di scena. Kent è terzo dietro Oliveira e Jorge Navarro: con il ko di Enea e con il podio allungherebbe in classifica mettendo praticamente fine al duello per il titolo ma in uscita di curva la sua moto perde aderenza sul posteriore e il britannico, sbalzato in aria, finisce in terra e dice addio ad un piazzamento fondamentale per il suo finale di stagione. Ad approfittare di queste tre cadute è Romano Fenati (Honda). Il marchigiano, che si trovava subito dietro Kent, porta a casa un terzo posto prezioso. Una ciliegina sulla torta di un week-end che l’ha visto nella zona alta della classifica sin dalle prove e che gli permette di recuperare punti preziosi in campionato su Kent (ancora primo) e Bastianini. Subito fuori dal podio Vasquez, seguito da Oettl e da un Niccolò Antonelli in difficoltà negli ultimi due giri ma comunque sesto sotto la bandiera a scacchi e autore di due terzi di gara al top. In zona punti, per i colori azzurri, anche Andrea Migno, Francesco Bagnaia e Stefano Manzi, rispettivamente decimo, undicesimo e dodicesimo a 15 secondi dal gruppo di testa.

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi