di Federico Porrozzi E’ stato autore di un giro perfetto, Niccolò Antonelli. Ha sfruttato al meglio l’ultima chance, utilizzando al meglio nelle ultime curve la scia di un “trenino” davanti a lui e centrando la quarta pole position della sua carriera iridata. OK ANCHE FENATI - Il tempo dell’alfiere Honda Ongetta-Rivacold, 1’42”756, è stato migliore di soli sei centesimi di secondo rispetto a quello del capoclassifica Brad Binder (KTM Red Bull Ajo), che si è dovuto accontentare della seconda piazza e che ha dimostrato comunque di avere un passo gara buono per la vittoria. Conferma al top per i due alfieri spagnoli del team Estrella Galicia 0,0, Aron Canet e Jorge Navarro, lontani sette e otto centesimi dalla pole position. Quinta piazza per Romano Fenati: il portacolori SKY Racing Team VR46 ha provato fino all’ultimo a centrare la pole ma non è riuscito a fare la differenza nei due split finali. BULEGA SCIVOLA, DI GIANNANTONIO SALE - Ottimo sesto Nicolò Bulega, che nelle battute conclusive non ha avuto la possibilità di guadagnare altre posizioni a causa di una banale scivolata, per fortuna senza conseguenze. Sempre più a suo agio sulla Moto3 iridata è Fabio Di Giannantonio: il romano, portacolori Gresini Racing Moto3, ha fatto ancora meglio rispetto al 16esimo tempo di ieri, chiudendo addirittura nella top ten a quattro decimi dalla pole: occhio a questo ragazzo, che sta crescendo davvero in fretta e che, insieme a Bulega, potrebbe diventare una delle (belle) sorprese di questa stagione.