E' subito show nella domenica di Le Mans, con il sudafricano Brand Binder che si impone su Romano Fenati al termine di una gara emozionante, col pilota del team Sky VR46 davanti a tutti per buona parte della gara. Sotto il sole francese Binder (Red Bull KTM Ajo) conquista la sua seconda vittoria stagionale, nonché la seconda in carriera, dopo il successo in Spagna di due settimane fa. Grazie al successi di oggi il sudafricano aumenta il proprio vantaggio in classifica generale, portandosi a 102 punti, con Navarro che segue a 78 e Fenati terzo a 67 in attesa del GP del Mugello. E' partito alla grande Romano Fenati, portandosi in testa e mantenendo il comando fino a 15 giri dal termine quando Binder passa all’attacco riuscendo a passarlo. Nei giri successivi si scatena alle loro spalle una bella lotta con Migno, Bulega e Antonelli all’assalto di Quartararo per conquistare un posto sul podio. Emozioni anche in testa, con la reazione di Fenati che a 12 giri dal termine infila Binder che deve cedere anche all’attacco di Canet. A 7 giri dal termine Fenati, Binder Navarro e Canet hanno definitivamente staccato gli inseguitori, con Migno, quinto a +3”3 che cerca di accorciare il distacco dal poker di testa. Giri finali ad alta intensità, con Navarro e Binder in lotta per il secondo posto, mentre Fenati a testa bassa cerca senza successo la fuga: poco prima dell’ultimo passaggio Binder infila Fenati, ma il marchigiano non si perde d’animo tentando di contrattacco fino all’ultima curva mentre Binder gli chiude puntualmente la porta in faccia, tagliando il traguardo per primo e negando a Fenati l'ottava vittoria in carriera. Dopo il podio il marchigiano ha commentato: "Ho perso troppo nel 4° settore, mentre ero forte nel 1° e nel 2° e 3° ero alla pari. Negli utlimi due giri ho sbagliato alla 8 e alla 9, consentendo a Binder di passarmi alla 10 e nell'utlimo giro non sono riuscito a passare Brad che è stato molto bravo. Sono comunque contento perché ho ritrovato il feeling e questo 2° posto è molto importante in ottica campionato".  Quarto posto per Canet, a +1.354 da Binder, a precedere Bulega, ancora alle prese con problemi fisici e reduce dal podio di Jerez: "A inizio gara andavo bene, anche se non son riuscito a partire benissimo a causa del dolore al piede destro che mi ha impedito di spingere, poi agli ultimi giri avevo molto dolore alla spalla, ho cercato di non mollare e sono contento per questi punti catturati. Ora speriamo bene al Mugello di far bella figura davanti al nostro pubblico". Francesco Colla