Nel GP di Francia Romano Fenati ha dato una bella prova di forza: partito dalla quinta casella in griglia, al terzo giro era già al comando e si è alternato in testa con Brad Binder per la prima metà gara. Poi, al tredicesimo dei ventiquattro passaggi, Fenati si è portato perentoriamente al comando sul difficile tracciato transalpino cedendo solo nel finale all'attacco del pilota Red Bull KTM Ajo: dopo aver provato diverse volte e senza successo ad aver la meglio sull'ascolano, Binder è riuscito a mettere a segno il suo affondo a due giri dalla fine. 

Per Fenati è comunque un fine settimana positivo dopo essere stato il primo delle libere e aver raggiunto la quinta piazza in qualifica. Con questo secondo posto ora il pilota VR46 è terzo in classifica iridata, primo degli italiani.

"E' stata una gara incredibile: sono partito bene, mi sono agganciato subito ai primi e ho preso la testa della corsa", ha commentato Fenati.

"Ho impostato il mio ritmo, ma è difficile pensare di fare il vuoto su una pista così corta come Le Mans. Ho spinto per tutta la gara, il feeling con la moto era ottimo e sono arrivato a giocarmi la gara fino all'ultima curva. Binder mi ha sorpassato a due giri dal termine, ma sono riuscito a mantenere la posizione e a conquistare questo importantissimo podio. Grazie a tutto il team per lo splendido lavoro fatto da Jerez sino a qui", ha aggiunto Romano Fenati.