Le qualifiche della Moto3 del GP di San Marino hanno regalato emozioni, con Nicolo Bulega che ha dato l’illusione di poter partire dalla pole prima di essere beffato, in un finale molto “trafficato”, dal leader della classifica generale Brad Binder e dal grande protagonista di ieri, Enea Bastianini.

Il pilota Red Bull KTM ha chiuso la sessione con un ottimo 1’42.398, staccando di 150 millesimi l’alfiere del team Gresini Honda. Chiuderà la prima fila dello schieramento di partenza un soprendente Nicolo Bulega, Steam Sky VR46, terzo con un ritardo di 233 millesimi su Binder e 83 millesimi su Bastianini, che al termine della sessione ha commentato: “Dopo stamattina ho capito che dovevamo cambiare ritmo e lavorare sodo. Purtroppo la pole è stata difficile perché con un Binder così in forma non è facile ma ho migliorato il feeling con l’anteriore. Mi aspetto una gara difficile ma sicuramente bella”.

Felice ma al contempo deluso per la beffa finale Bulega: “Ho ritrovato il feeling che avevo alcune gare fa. Sono contento, peccato che mi abbiano sorpassato a un secondo dalla fine. Pago un po’ nel terzo settore".

La seconda fila sarà composta dal ceco Kornfeil (Drive M7 SIC Racing Team), Jorge Navarro, caduto alla curva 4 mentre cercava il tempo nel finale con la Honda del team Estrella Galicia 0,0, seguito dal compagno di team Aron Canet. 

Chiudono la top ten Philipp Oettl (Schedl GP Racing), il giapponese Hiroki Ono (Honda Team Asia), lo spagnolo Juanfran Guevara (RBA Racing team) e Fabio di Giannantonio, compagno di squadra di Bastianini, che ha chiuso la sessione decimo a 635 millesimi da Binder.