Brad Binder ha conquistato il titolo della Moto3, ma alle spalle del pilota del team Red Bull KTM Ajo hadesso da assegnare c’è la seconda piazza iridata. La sfida è tra Jorge Navarro ed Enea Bastianini ma il duello può aprirsi ai giovani esordienti di questa stagione: Joan Mir della scuderia Leopard Racing, ma anche Nicolò Bulega dello Sky Team VR46 e Fabio Di Giannantonio compagno di box di Bastianini.

Bulega non ha tradito le aspettative. Il giovane di Montecchio Emilia, cresciuto nella VR46 Academy, dopo aver conquistato il mondiale Junior nel CEV e aver fatto il primo assaggio della Moto3 al Ricardo Tormo è entrato nella competizione iridata e si è messo subito in luce con prove di alto livello. Suo miglior risultato delle stagione è il secondo posto a Jerez de la Frontera successivo alla pole position. Il 17enne dello Sky Team ora è quinto in campionato e staccato di soli 4 punti da Mir.

Dietro a Bulega, di soli due punti il secondo pilota del team Gresini, Fabio Di Giannantonio. Una stagione ottima quella dell’esordio per il romano. Formatosi nella Red Bull Rokies Cup, l’inizio non è stato facile ma dopo il periodo di adattamento iniziale è arrivato il secondo posto nella gara di casa al Mugello al quale è seguito lo stesso arrivo ad Assen e il gradino più basso del podio nel GP della Repubblica Ceca. Dei tre rookie nelle prime cinque posizioni il ‘Diggia’ è quello che è arrivato più volte nelle posizioni che contano.

Con l’uscita di scena di Binder e Navarro, che nel 2017 faranno il passaggio di classe e approderanno in Moto2, i tre esordienti di punta della quarto di litro saranno i sicuri protagonisti della prossima stagione.