La seconda sessione di libere Moto3 della giornata è caratterizzata da due sorprese. La prima è che a chiudere in testa, dopo le “leadership” provvisorie di Antonelli, Bulega e Ono, è stato Enea Bastianini. L’alfiere Honda del Team Gresini è stato bravo a sfruttare al meglio tutti i minuti a disposizione: arriva proprio a 30 secondi dal termine, infatti, il crono che gli consente di guardare tutti dall’alto: 1’56”982. E’ l’unico ad abbattere il muro del 57. 

OK BAGNAIA, MIGNO E ANTONELLI - Alle sue spalle, il padrone di casa Hiroki Ono che, nonostante una caduta nel finale, riesce a mantenere la seconda posizione fino all’esposizione della bandiera a scacchi. Nella top five finiscono, nell’ordine, anche Livio Loi, Jorge Navarro e Joan Mir mentre Francesco Bagnaia, rispetto ad un primo turno così così, risale forte fino alla sesta piazza. Da segnalare, e questa è l’altra sorpresa del turno, la seconda caduta di giornata per il fresco campione del mondo, Brad Binder: la sua moto perde aderenza sull’anteriore alla curva 7 e finisce in terra. Prove compromesse a causa dei danni alla KTM. Chiuderà 27esimo

BULEGA SCENDE, DIGGIA SALE - Per i colori azzurri, Migno e Antonelli si piazzano settimo e ottavo mentre Bulega non riesce ad andare oltre la dodicesima piazza. Risale invece Fabio Di Giannantonio, che alla prima esperienza a Motegi cambia stile di guida rispetto alla prima sessione e chiude 14esimo.