A Termas de Rio Hondo va di scena il secondo appuntamento della stagione e, a scendere in pista per primi, sono i piloti della Moto3. Il cielo è nuvoloso, e possibili precipitazioni minacciano le prime libere sudamericane e il vento si fa sentire. Come anticipato già nelle giornate prima del GP il tracciato ha ampie zone sporche ma, con il passare delle sessioni, migliorerà.

La prima sessione di prove del GP va a Joan Mir, Leopard Racing. Il maiorchino mette a segno il tempo di 1:51.559.

Da subito nelle prime posizioni Mir che, dopo la vittoria in Qatar, vuole continuare ad essere il pilota da battere. Buone prime libere per Enea Bastianini, Estrella Galicia 0,0, che sembra aver trovato il passo giusto dopo un inizio di stagione non brillante: è settimo.

Secondo tempo per Gabriel Rodrigo, RBA Racing, il pilota di casa si ferma a 0,2 dal leader. Il compagno di box Juanfran Guevara chiude con il quarto crono. La scuderia giallo-celeste si conferma un team molto competitivo e costante specialmente nelle libere.

I due portacolori RBA sono divisi da Nicolò Bulega, che accusa solo circa 0,3 del miglior tempo; mentre il compagno di box Andrea Migno chiude le prime otto posizioni del turno. A meno 15 minuti dalla fine però, il romagnolo dello Sky Team torna ai box, a causa di un problema meccanico.

Romano Fenati, Marinelli Rivacold, è quinto. Assente dalla FP1 invece il compagno di box Jules Danilo impossibilitato a entrare in pista a causa di un attacco di gastroenterite.

Qui i tempi della prima sessione di libere.