Joan Mir ha vinto il Gran Premio di Catunya della Classe Moto3, conducendo una gara magistrale che gli ha consentito di portare a casa la quarta vittoria stagionale, confermandolo ancora una volta come pretendente più accreditato per il titolo. Mir è rimasto nelle posizioni di testa per tutta la gara ma non ha mai partecipato con testardaggine alla bagarre per il primo posto, che è stata più una questione tra Romano Fenati e Jorge Martin. Mir ha atteso la seconda parte dell’ultimo giro per piazzare una staccata senza diritto di replica e prendersi la prima posizione che non ha più lasciato fino alla bandiera a scacchi.

Fenati ha provato a resistergli nelle ultime curve ma non ha avuto modo di fare di più, mentre Martin, che aveva iniziato in testa l’ultimo giro, alla fine si è trovato terzo. Ma se il pilota del team Gresini volesse avere qualche rimpianto, dovrebbe attribuirlo alla partenza, dove ha avuto uno scatto infelice ed è stato risucchiato dal gruppo. Martin ha poi fatto fatica a riportarsi nel gruppetto di testa e una volta lì non è mai riuscito a fare la differenza, mettendo sull’asfalto quel passo molto più veloce degli altri che aveva mostrato tanto nelle qualifiche quanto nel warm-up.

Questo è accaduto perché la bagarre continua non ha mai permesso a nessuno di scappare via, anzi consentito a più riprese ai più lenti di rientrare, come Bastianini che per buona parte della gara ha navigato attorno alla settima posizione e alla fine è finito quarto. Alle sue spalle si è piazzato Canet, seguito da Ramirez, Di Giannantonio, Migno, Bulega e Suzuki.