Piloti italiani protagonisti in Giappone nella gara della Moto3 sul circuito di Motegi. Un match senza esclusione di colpi che, tra cadute e manovre sul filo del rasoio, ha regalato una splendida vittoria a Marco Bezzecchi davanti a Dalla Porta, bravo nel finale ad avere la meglio su un Darryn Binder ispiratissimo.

LA GARA - Venti giri per incoronarsi re di Motegi. I piloti della classe cadetta aprono le danze sul Twin Ring con Bezzecchi, Martin, Rodrigo e McPhee davanti a fare il ritmo. Al secondo giro, errore di Perez su Antonelli e piloti KO. Brutta caduta per l’italiano che lascia il circuito in barella ma per fortuna, nessuna conseguenza grave. Pochi giri e si scatena serrata la bagarre con i nostri Dalla Porta e Foggia che risalgono posizioni fino a raggiungere Bezzecchi al vertice, mentre un brutto high-side mette fuori gioco Di Giannantonio, che perde i sensi per qualche minuto ma per fortuna, alla fine, nulla di grave. Purtroppo per lui, però, zero punti in Giappone e lotta per il mondiale che di fatto finisce qui.
Il ritmo sale vertiginosamente nel finale, le carene si sfiorano e la testa della gara diventa un affare tra chirurghi. A sei giri dalla fine, Martin scivola e Bezzecchi, davanti a tutti, sembra avere la strada spianata. Intanto, infiamma la lotta tra Foggia, Binder e Dalla Porta fino all'arrivo al cardiopalma in volata: Bezzecchi infilza per primo la bandiera a scacchi. L’italiano si porta così a meno uno da Martin nella lotta per il Mondiale.

IL PODIO alla fine si compone in questo modo: Bezzecchi, Dalla Porta e Binder. Alle loro spalle, buono il piazzamento di Dennis Foggia, quarto, che precede McPhee e Arbolino. Complessivamente, un'ottima prestazione per i piloti italiani che occupano ben 5 caselle nelle prime 7 posizioni. Completano, infatti, la TOP TEN, in questo preciso ordine, Bastianini, Rodrigo, Sasaki e Kornfeil.

QUI tutti i risultati nel dettaglio con l’ordine di arrivo completo.