Le condizioni climatiche malesi hanno condizionato la prima giornata di prove libere Moto3 sul circuito di Sepang. Dopo la pioggia del primo turno, i piloti sono scesi in pista per il secondo su un asfalto asciutto fino a 17 minuti dal termine, quando la pioggia è tornata a cadere.

UN CENTESIMO - Il più veloce, nel poco tempo a disposizione con tracciato “ottimale”, è stato Tony Arbolino. Il lombardo, alfiere Honda del Marinelli Snipers Team, ha fermato il cronometro sul 2’14”227, facendo meglio per 1 solo centesimo di secondo sul britannico John McPhee (CIP Green Power - KTM) e due sullo spagnolo Aaron Canet (Estrella Galicia 0,0 - Honda). 

TUTTI VICINI - Da notare come ben dieci piloti sono racchiusi in tre decimi di secondo e venti in poco meno di un secondo. In quarta posizione c’è il leader della classifica, Jorge Martin (Del Conca Gresini - Honda), seguito dal rientrante Niccolò Antonelli che comanda una folta “pattuglia azzurra” formata anche da Andrea Migno, Enea Bastianini e Marco Bezzecchi (anche lui in lotta per il titolo) in ottava posizione.

DIGGIA RINCORRE - A proposito di battaglie iridate, da segnalare la 13esima piazza del “terzo incomodo” per la corona 2018, Fabio Di Giannantonio mentre Celestino Vietti Ramus, autore del primo podio in carriera lo scorso week-end alla sua seconda apparizione nel mondiale, è 16esimo.