Emozioni a rotta di collo sul circuito di Jerez, nella gara della classe cadetta. Tanti combattimenti in pista e grandissima emozione per il risultato finale, che premia con una doppietta i piloti del SIC58 Squadra Corse. Rocciosa anche la prestazione del rookie Celestino Vietti, che conquista uno splendido podio piazzandosi terzo. Vediamo com’è andata…

SCATTA FORTE SUZUKI AL VIA, con Antonelli, Dalla Porta, Foggia e Vietti all’inseguimento. Neanche il tempo di terminare il primo giro che Rodrigo finisce a terra per un contatto con Arenas (che rimane in sella). La gara perde subito uno dei suoi protagonisti. Anzi due: stessa sorte anche per Masia, poco dopo, alla curva due. Il pilota esce in barella ma le sue condizioni non sembrano preoccupanti. E’ solo una questione di tempo, e il giapponese del team SIC58 viene risucchiato dall’incontenibile tornado italiano: Celestino Vietti si mette davanti a tutti, seguito da Dalla Porta e Antonelli. Suzuki però non molla e nel giro di qualche tornata, finisce di nuovo nella carambola di scambio al vertice della gara, mentre risalgono arrembanti Canet e Fenati. Ma la corsa è ancora lunga.

A 10 GIRI DALLA FINE ci sono 18 piloti in poco più di 2 secondi. Tutto può ancora succedere. Dalla Porta, Ramirez e Suzuki guidano il gruppo. I due piloti del team Leopard provano ad allungare ma il gruppo degli inseguitori tiene: è solo una questione di tempo e Suzuki li infilza entrambi con un sorpasso muscolare all’esterno. La reazione di Ramirez non si fa attendere, salgono anche Antonelli e Vietti e il gruppo si prepara alla battaglia finale. Poi colpo di scena, Ramirez, un leggero contatto con Antonelli, e cade (appena prima che capiti la stessa cosa anche a Garcia e Fernandez. Fuori pure Fenati).

ALL’ULTIMO GIRO ci sono Antonelli e Vietti davanti a tutti, Suzuki alle loro spalle. Vince Niccolò Antonelli, seguito dal compagno di squadra Suzuki e da Celestino Vietti. Incredibile doppietta per il team SIC58 sulla pista che ha visto la prima vittoria di carriera di Simoncelli nel 2004; e primo podio, alla 4° gara, per Vietti, che regala uno splendido terzo posto allo SKY Racing Team VR46.

IN QUARTA POSIZIONE, Canet precede Arenas e Tobas, mentre la TOP TEN si chiude, in questo preciso ordine, con Kornfeil, Dalla Porta, Ogura e Migno.

QUI tutti i risultati nel dettaglio, con l’ordine di arrivo completo.