E' stata una gara perfetta quella portata a termine in Australia da Lorenzo Dalla Porta.
Al toscano, per vincere il Mondiale oggi, sarebbero bastati soltanto quattro punti su Aron Canet. E invece dopo lo spegnimento dei semafori rossi tutto è andato diversamente: Aron Canet, preso da troppa foga, è caduto al primo giro.
Dai box hanno subito segnalato a Dalla Porta l'uscita di scena dello spagnolo, ma il pilota del team Leopard, come ha detto, aveva troppa voglia di vincere e così è andato a prendersi un doppio momento di felicità, con il primo gradino del podio australiano, ma soprattutto con quello iridato.
Erano 15 anni (l'ultima volta ci era riuscito Andrea Dovizioso in 125cc) che un italiano non vinceva nella piccola categoria.

UNA GIOIA MONDIALE - “E' una sensazione fantastica – ha commentato così la sua vittoria Dalla Porta – è incredibile ho visto la caduta di Aron Canet e ho pensato 'devo vincere la gara, se cado è lo stesso'. Poi nell'ultimo giro ho pensato soltanto alla vittoria del Campionato, è incredibile per me e per la mia famiglia e questa vittoria la dedico a mia nonna, le ho promesso che lo avrei fatto e grazie al team perchè hanno fatto un lavoro fantastico.”
Dalla Porta ha proseguito poi nell'intervista a Sky:”mia nonna mi ha appoggiato in tutto questo, anche il mio papà ma mia nonna era qualcosa di speciale. Ancora non mi rendo conto di tutto questo, devo dormire, metabolizzare e domani mattina capire quello che ho fatto.”