Il 2020 dei piloti di Moto3 è iniziato con una prima giornata di test, sul circuito di Jerez, che è stata fortemente condizionata dalla pioggia. Considerando le basse temperature la pista si è presentata in condizioni rischiose, e non tutti hanno deciso di impugnare le loro moto. Nella classe cadetta c’erano solo sei piloti al lavoro, e tra quelli fermi al box possiamo segnalare quelli dell’Honda Team Asia e della Red Bull KTM Ajo. Inoltre, non tutti coloro che erano in pista avevano il trasponder, e quindi non possiamo essere a conoscenza dei tempi con cui hanno girato. Tra questi, per esempio, c’era Alonso Lopez che ha debuttato con il Max Racing Team alla guida della nuova Husqvarna FR 250 GP. ?

RITORNO AL TOP - Il più veloce della giornata è stato Andrea Migno, che dopo aver sfiorato la vittoria a Valencia con il Mugen Race team, è tornato a vestire i colori dello Sky Racing Team VR46 e ha firmato il crono di 1’56.234. Alle sue spalle ha chiuso il connazionale Tony Arbolino, a due decimi e mezzo, seguito dalla coppia dei piloti del team Petronas John McPhee e da Khairul Idham Pawi, autore quest'ultimo di una caduta senza conseguenze. Quinto tempo per Filip Salac, nuovo portacolori del team Snipers, che ha ottenuto il proprio miglior riferimento cronometrico in 1’59.257, mentre Ayumu Sasaki chiude il gruppo. Caduta, invece, per il debuttante di Gresini Jeremy Alcoba. Domani andrà in scena la seconda e ultima giornata di test, ovviamente tempo permettendo.