Come si sente Celestino Vietti Ramus al suo secondo anno nel Mondiale? Già all'altezza del conterraneo Bagnaia, o ancora un passo indietro? Ecco da dove siamo partiti nella seconda parte della nostra intervista al piemontese della Moto3, che ci ha parlato anche del futuro salto di categoria e dell'influenza del "Dottore".

Cosa significa far parte del gruppo di Valentino Rossi e cosa significa avere la possibilità di imparare da lui?

"Sicuramente, da quando corro in moto, è stata l'opportunità migliore che io abbia mai avuto. Perché Vale, secondo il mio punto di vista, è il miglior pilota di tutti i tempi e potendosi allenare con lui e, potendo trascorrere le giornate, insieme a lui, cerchi di cogliere tutto il possibile. Anche dalle piccole cose. Poi, anche quando siamo al Ranch, o in un allenamento con le mini GP, lui se può darti un consiglio te lo dà sempre. E sono cose che, alla fine, se uno ci fa caso, sono cose che poi ti servono anche nelle gare e piano piano migliori".

Per conoscere tutte le risposte di Celestino, guardate il video!

Fernando Alonso invita Valentino Rossi a correre la 24 Ore di Le Mans