La Honda numero 17 appartenente a John McPhee ha mantenuto la leadership nella classifica assoluta dei test disputati a Jerez, con il tempo di 1’46.263 fatto siglare nella mattinata. L’inglese ha anche mantenuto i tre decimi di distacco sul primo inseguitore, che a differenza della prima sessione ora è Raul Fernandez, dominatore del secondo turno.

Il terzo tempo porta il nome di Jaume Masia, che è sempre stato nelle posizioni di testa con la Honda del team Leopard Racing, ed è seguito da Tetsuki Suzuki che paga poco meno di quattro decimi dalla vetta e ha trovato fin da subito un buon feeling con la Honda della SIC58 Squadra Corse. Quinto tempo per Filip Salac, a mezzo secondo di ritardo dal primo, che è fresco di rinnovo con il team Sneapers per il 2021.

MotoGP, Brembo: debutta la nuova pinza GP4

Gli italiani


Il migliore dei nostri portacolori è stato, come al mattino, Romano Fenati che ha ottenuto il sesto tempo assoluto alla guida della Husqvarna del team di Max Biaggi, ed è seguito da Niccolò Antonelli, mentre Dennis Foggia e Tony Arbolino sono rispettivamente nono e decimo. Chiude indietro il talento di Garbagnate Milanese, che lo scorso anno ha lottato per il titolo, staccato di otto decimi dalla vetta. Undicesimo un buon Riccardo Rossi che precede la coppia dello Sky Racing Team VR46 Andrea Migno e Celestino Vietti Ramus, mentre è scivolato in ventesima posizione Stefano Nepa.

Gli orari completi per seguire il Gran Premio di Jerez