La Moto3 si prepara a tornare in azione per il secondo round della stagione dopo il GP del Qatar disputato ormai più di quattro mesi fa. Di certo si preannuncia un Gran Premio combattuto, considerando i valori dimostrati a Losail, dove i primi 9 piloti sono transitati sotto la bandiera a scacchi in appena 9 decimi.

La battaglia principale sotto i riflettori del Qatar è stata fra Albert Arenas, portacolori del team Aspar, e il britannico John McPhee, alfiere del team Petronas Sprinta Racing, separati da appena 53 millesimi sulla linea del traguardo.

Il primo degli italiani in quell’occasione è stato Dennis Foggia, nono sulla Honda del team Leopard, mentre un altro italiano di gran talento, Tony Arbolino, del team Rivalcold Snipers, si è piazzato a malapena in zona punti, davanti a Andrea Migno – primo dei piloti dello SKY Racing Team VR46 e Romano Fenati, portacolori dello Sterilgarda Max Racing Team di Max Biaggi. L’ascolano, però, non era in grande forma fisica, e la sua prestazione è stata sicuramente sotto le aspettative, come ha dimostrato nei test di Jerez ieri.

Le aspettative per il GP


Cosa possiamo aspettarci dunque nel Gran Premio sul circuito intitolato a Angel Nieto? Albert Arenas è adesso lo spagnolo di certo non vede l’ora di mantenere il suo vantaggio ma i rivali, impegnati davanti al pubblico casalingo, sono numerosi. Sicuramente piloti esperti come Jaume Masia e altri più giovani come Sergio Garcia e Jeremy Alcoba dare il massimo per diventare dei contendenti al titolo. E lo stesso John McPhee è un altro veterano al quale non manca niente per la vittoria.

Nei test di ieri a Jerez Romano Fenati ha concluso al sesto posto, primo degli italiani, a poco più di mezzo secondo da John McPhee. Altri tre italiani sono stati in grado di piazzarsi nella top ten: Niccolò Antonelli, portacolori della SIC 58 Squadra Corse, Dennis Foggia e Tony Arbolino.

Nutrita la pattuglia azzurra in Moto3: attenzione anche a Andrea Migno e al suo compagno di squadra nello SKY Racing Team VR46 Celestino Vietti, e le prime soddisfazioni potrebbero cominciare ad arrivare anche da Stefano Nepa, Davide Pizzoli e Riccardo Rossi… Insomma, ancora una volta la Moto3 si profila come un appuntamento da non perdere.

MotoGP, Jerez: le Yamaha alla caccia di Marquez