Dopo la prima sessione disputata in mattinata, è andato in scena il secondo turno delle prove libere della classe cadetta del Mondiale, sul circuito di Jerez, e John McPhee ha dominato la sessione stampando subito un ottimo crono in 1’46.560 al sesto dei suoi tredici passaggi. L’inglese del team Petronas è stato poi avvicinato sul finale da un ottimo Andrea Migno e da un positivo Albert Arenas per una manciata di millesimi.

Il portacolori dello Sky Racing Team VR46 si è confermato così l’italiano più veloce in pista e lo spagnolo, leader del Mondiale, è entrato momentaneamente nella Top 14 che vuol dire passare domani direttamente alla Q2. Quarto miglior tempo per Tony Arbolino, che paga 110 millesimi dal primo e si è riscattato dalla mattinata meno brillante, seguito da Niccolò Antonelli e Darryn Binder. Settimo Gabriel Rodrigo, con la Honda del team Gresini, davanti a Tatsuki Suzuki, decimo Dennis Foggia, quindicesimo Romano Fenati.

Classifica combinata


Facendo un mix tra le due sessioni è stato Raul Fernandez a mantenere la testa della classifica, con il crono firmato nella mattina in 1’45.896 seguito dal portacolori della SIC58 Squadra Corse Suzuki e da Filip Salac del team Snipers. Con loro nella top 14 provvisoria anche Andrea Migno, Jeremy Alcoba, Arbolino e Foggia e Arenas, proprio quattordicesimo.

Gli altri italiani


Fuori provvisoriamente dalla Q2 sono rimasti Riccardo Rossi quindicesimo, Niccolò Antonelli diciassettesimo, Celestino Vietti ventesimo, Fenati 28esimo seguito da Davide Pizzoli, che domani saranno alla ricerca del giro buono nelle FP3, l’ultima sessione disponibile per stare da subito nel gruppo che lotta per la pole position nelle qualifiche.

GP Andalusia: Marquez si prepara per scendere in pista