Sotto il sole austriaco, al Red Bull Ring, sono iniziate le prove libere del Gran Premio di Stiria per la classe cadetta e a svettare è Celestino Vietti. Pilota dello Sky Racing Team VR46, il piemontese è stato l’unico ad abbattere il muro dell’1’36, firmando il miglior crono in 1’35. 997 e nonostante una scivolata sul finale mantiene la leadership di questa prima sessione.

A seguire


Secondo posto per Albert Arenas, vincitore la scorsa domenica e sempre più leader in classifica generale, che paga tre decimi dalla vetta, ma è il primo a stare vicino all’italiano. In terza posizione troviamo il debuttante Jeremy Alcoba, a quasi mezzo secondo di ritardo dal primo, mentre in quarta posizione troviamo un altro italiano, Tony Arbolino (team Snipers), anche lui ha iniziato il fine settimana nel migliore dei modi.

Un altro italiano ha centrato la top 10, e si tratta di Dennis Foggia che durante il turno è stato anche nelle posizioni che contano e che ha chiuso in settima posizione, a sei decimi dal primo, con la Honda del team Leopard Racing. Tra i due italiani hanno chiuso Raul Fernandez, poleman negli ultimi due GP, e Can Oncu, mentre Darryn Binder è ottavo seguito da Jaume Masia.

Tredicesimo tempo per Andrea Migno, dopo esser stato davanti, Romano Fenati in difficoltà è diciassettesimo con la Husqvarna del Max Racing Team, mentre Stefano Nepa è due posizioni più indietro.

La classifica


Simoncelli: "Non vince il pilota più bravo, ma quello più furbo"