La classe cadetta apre le danze nel pomeriggio sul circuito di Barcellona, dove è Jaume Masia a ottenere il miglior tempo della seconda sessione di prove libere, mostrandosi in grande forma. Lo spagnolo del Leopard Racing ha fermato il cronometro sull'1’49.134 e non è riuscito a scacciare Raul Fernandez dalla posizione di leader nella classifica combinata dei tempi.

Crash


Le FP2 sono state condizionate da diverse cadute, tra cui quella dello stesso Masia, ma anche Vietti, Nepa, McPhee, Rodrigo e Arbolino, che è stato autore di un high side. Darryn Binder ha concluso al secondo posto, staccato di poco meno di tre decimi, seguito dal debuttante Carlos Tatay, campione in carica della Red Bull Rookies Cup, e da Gabriel Rodrigo che si è fatto vedere nelle posizioni di testa. Il primo italiano è proprio Arbolino, sesto, dopo aver dominato a lungo la sessione, che non è riuscito a migliorare il suo crono delle FP1, seguito da Stefano Nepa e Andrea Migno, dodicesimo nella combinata dei tempi. Sedicesimo Romano Fenati, che resta in terza posizione grazie al tempo fatto siglare al mattino.

La classifica combinata


MotoGP, Rossi: “Con Yamaha Petronas è fatta”