Come già fatto in altre occasioni, a chiudere la classifica dei tempi il venerdì è Raul Fernandez sul circuito di Aragon, dove ha portato termine un giro decisamente ottimo in 1’58.144. Lo spagnolo ha infatti chiuso con un concreto vantaggio su Romano Fenati, poco più di quattro decimi, che comunque ha dato segnali positivi e il feeling con la Husqvarna del Max Racing team, c’è.

Pretendenti al titolo


Dopo il tredicesimo tempo del mattino Albert Arenas, leader in campionato, si è riscattato tanto da arrivare a chiudere in terza posizione a mezzo secondo dal primo. Il pilota catalano proverà ad allungare in classifica su questa pista, e per ora i suoi rivali al titolo sono alle sue spalle. Ai Ogura, infatti, ha centrato l’ottavo crono, seguito proprio da Celestino Vietti, che dopo il successo firmato in Francia ad Aragon vorrà assaporare di nuovo il gusto della vittoria. Fuori dai giochi, invece, è Tony Arbolino, costretto a saltare il Gran Premio, poiché sul volo di ritorno dalla Francia un passeggero era positivo al Coronavirus, e benché il pilota del team Snipers sia risultato negativo ai tamponi, per il protocollo sanitario è costretto a stare in quarantena.

Top 5 e gli italiani


Il leader del mattino, Derryn Binder, ha chiuso con il quarto tempo, seguito dal giapponese Tatsuki Suzuki, intenzionato a riscattarsi dallo zero francese dopo il rinnovo con la SIC58 Squadra Corse. Il tricolore, invece, lo ritroviamo in quattordicesima posizione con il suo compagno di squadra Niccolò Antonelli, mentre Andrea Migno è diciassettesimo, Dennis Foggia ventesimo, Stefano Nepa ventitreesimo, Riccardo Rossi ventiseiesimo e Davide Pizzoli ventottesimo.

Ecco la classifica combinata dei primi due turni:

MotoGP, GP Aragon: gli orari TV su Sky e TV8