Aragon non ha portato bene ai nostri piloti italiani, in compenso ha esaltato le capacità di quelli spagnoli con un podio che ha visto il pilota del team Leopard Jaume Masia salire sul gradino più alto dopo una rimonta dalla 17esima posizione.

Il secondo gradino del podio è andato invece al sudafricano Darryn Binder mentre terzo è arrivato Raul Fernandez al suo primo podio in carriera.

Grande Fenati primo tra gli italiani


Per trovare i piloti italiani in questa prima gara di Aragon, dobbiamo arrivare invece alla quarta posizione con Romano Fenati (Max Racing team) che partito benissimo è riuscito a stare per tutta la gara nel gruppo di testa riuscendo, sul finale, ad accaparrarsi il quarto posto mettendo dietro di sé John McPhee, Jeremy Alcoba e Albert Arenas.

Moto3 Aragon: Fernandez in pole position, secondo Vietti

Arenas ancora leader


Lo spagnolo del team Aspar continua ad essere il leader del Mondiale nonostante una posizione non proprio nelle sue corde visto che ha lottato durante tutta la gara per le prime posizioni: ad agevolarlo sono stati i suoi avversari per la lotta al titolo con Ai Ogura che ha chiuso quattordicesimo e Celestino Vietti nono.

In top ten anche Tatsuki Suzuki( Sic58 Squadra Corse) ottavo e Dennis Foggia (Leopard Racing) decimo.

Gli italiani all'arrivo


Ai margini della classifica, si sono piazzati i quattro piloti italiani esclusi dai punti: Niccolò Antonelli ha chiuso con il diciottesimo tempo, Riccardo Rossi è arrivato ventunesimo, Stefano Nepa ventitreesimo e Davide Pizzoli ventiseiesimo.

A cadere quando mancavano 11 giri dalla fine è stato invece il pilota Sky Racing team VR46 Andrea Migno.

La classifica Mondiale


Come già detto, quindi, resta invariata la classifica Mondiale che vede ancora in testa Albert Arenas con 144 punti seguito da Ai Ogura a 131, Celestino Vietti Ramus a 126 e Tony Arbolino assente in questa gara per essere venuto a contatto con una persona affetta da covid-19 (nonostante lui sia negativo) a 115 punti.