Oltre a Valentino, un altro Rossi è risultato positivo all'analisi del Coronavirus. Riccardo, giovane pilota italiano del team Skull Rider Facile Energy, come dice il comunicato della squadra, dovrà saltare il Gran Premio di Teruel, perché seppur asintomatico, è sotto regime cautelare di quarantena.

Il diciottenne genovese è tornato a casa e rispettera il protocollo sanitario rimanendo lì. Per lui è un vero peccato, ma la cosa importante è che sia fuori pericolo. Per quanto riguarda i casi di Covid-19 esplosi nel paddock del Motomondiale, tra i piloti contiamo - appunto - Valentino e Riccardo Rossi, Jorge Martin e lo "strano caso" di Tony Arbolino, che positivo non era, ma aveva viaggiato in aero con un presunto caso infetto.

Vogliamo fermarci qui, nel senso che speriamo la cosa finisca presto, indipendentemente dal tema motosport. Di sicuro, ricorderemo questo campionato 2020 come il più falcidiato di tutta la storia, tra infortuni, squalifiche per contaminazioni alimentari, virus e quant'altro. 

Moto3: GAS GAS in arrivo?