In 1’58.080 ha chiuso Jeremy Alcoba il secondo turno di prove libere del Gran Premio di Teruel, andando così a ottenere il miglior tempo della sessione, ma non del venerdì. Il debuttante del team Gresini si è messo in mostra ed è arrivato a soli quattro millesimi dal crono assoluto che nelle FP1 Jaume Masia aveva firmato, e che resta dunque il più veloce.

Caduta per Rodrigo


A risalire la classifica nelle fp2 è stato anche Raul Fernandez, secondo a poco più di un decimo, che oggi festeggia 20 anni e si sta preparando al meglio per farsi il regalo più bello domenica. Lo spagnolo ha chiuso davanti a Gabriel Rodrigo, l’altro pilota del team dell’imolese, che sul finire è incappato in un high side, e a Darryn Binder, che dopo la gara di una settimana fa sarà da tenere d’occhio.

Il giapponese in recupero


Buon quinto tempo per Ai Ogura, dopo il 24esimo del mattino, che è tornato nel gruppo di testa, seguito da John McPhee e Dennis Foggia, settimo, mentre Tony Arbolino ha chiuso undicesimo precedendo un quintetto tutto italiano: Niccolò Antonelli, Stefano Nepa, Davide Pizzoli, Romano Fenati e Celestino Vietti, solo sedicesimo.

La combinata


Mettendo insieme i tempi raccolti Fenati resta saldamente nelle prime posizioni con il terzo posto, e con lui anche il leader del campionato Albert Arenas, nono, seguito da McPhee e da Arbolino e Foggia. Fuori dalla top 14 resta per il momento Vietti, che dovrà entrarci nelle fp3 per disputare direttamente la Q2.

Ecco la foto della classifica combinata:

Moto3, Simoncelli contro la Direzione Gara: "Mi meraviglio di Spencer"