La gara della Moto3 a Valencia ha visto trionfare uno strabiliante Tony Arbolino. Il portacolori del team Snipers è andato a vincere su Sergio Garcia e Raul Fernandez riaprendo ancora una volta la lotta al Mondiale che lo vede ad 11 lunghezze dal leader Albert Arenas.

Ecco quindi le pagelle della gara spagnola, la penultima di questa stagione 2020.

Le pagelle


Tony Arbolino 10

Il pilota Honda è riuscito a mettere in atto una strategia perfetta. Dopo la rimonta dalla 13esima posizione si è portato secondo riuscendo giro su giro a ricucire il gap dal primo. Al penultimo giro, poi, l'affondo. Tony ha tagliato il traguardo da vincitore rientrando di diritto nella lotta al mondiale. Forza Tony che il titolo è alla tua portata!

Sergio Garcia 9

Nelle ultime due gare lo spagnolo ha dimostrato di essere cresciuto tanto ottenendo due secondi posti consecutivi. Costante nei giri e concentrato sul finale, ovvero quando più conta, si è portato a casa un ottimo risultato. A Portimao potrebbe chiudere in bellezza la stagione.

Raul Fernandez 8

Questa volta, nonostante la fuga ad inizio gara non è riuscito ad ottenere la vittoria facendosi beffare da Arbolino e Garcia. Quel che però Fernandez ha dimostrato quest'anno è una gran velocità e dal prossimo anno saprà dire la sua anche in Moto2.

Albert Arenas 6

E' ancora leader, ma il gap da Ogura è sempre minimo. Nell'ultima gara dovrà ritrovare la grinta che lo ha contraddistinto per tutta la stagione altrimenti il titolo potrebbe sfuggirgli di mano.

Andrea Migno 7

Finalmente una bella gara quella del pilota Sky Racing team VR46. Non sarà arrivato il podio ma la bagarre con Ogura e Masia è stata avvincente.

Ai Ogura 6

Per il giapponese, avversario diretto di Arenas nella lotta al titolo, c'era necessità di ottenere più punti possibili. Purtroppo è rimasto incastrato nel gruppo con Migno e Masia e lo spagnolo ha ostacolato non poco la sua risalita. In ogni caso ancora è tutto aperto, a Portimao occorre un bel risultato.

Celestino Vietti Ramus 5

Era una gara importante e ancora una volta la sfortuna e forse troppo poca lucidità hanno portato Celestino a cadere in gara. La seconda consecutiva nelle due gare di Valencia. Per lui si è spenta la lotta al titolo, peccato.

Moto3, Tony Arbolino: “Non ho mai mollato, volevo vincere ad ogni costo”