Il secondo weekend della Moto3 va in archivio con la vittoria sontuosa di Pedro Acosta, capace di regolare sul traguardo il gruppone di testa dopo essere partito dalla pit lane. Un'affermazione leggendaria, la prima per Acosta in Moto3, che rimarrà negli annali del Motomondiale.

Seconda posizione per Darryn Binder, battuto solo in volata dallo spagnolo della KTM. La buona notizia per i colori italiani arriva da Niccolò Antonelli, terzo e finalmente su quel podio che gli era sfuggito una settimana fa.

Si ferma ai piedi del podio la grande gara di Andrea Migno, capace di condurre la corsa per alcuni giri prima di essere risucchiato dagli altri piloti. Dietro Migno troviamo il giapponese Kaito Toba, anche lui molto combattivo. Seguono Izan Guevara, Ayumu Sasaki, Ryusei Yamanaka, Jaume Masia e Romano Fenati, pure lui autore di una grande rimonta dopo lo start dalla corsia dei box.

L’unico vero colpo di scena della gara è avvenuto a 4 giri dalla fine, quando Alcoba e Mcphee si sono toccati in curva 1, vanificando ogni speranza di gloria. Stessa sorte è toccata a Tatay e Fernandez qualche curva dopo.

Gli altri italiani


Per trovare un altro italiano dobbiamo scendere fino al 16esimo posto occupato da Stefano Nepa, seguito a ruota da Dennis Foggia. 19esimo Riccardo Rossi.

La classifica della gara


 

Qualifiche Moto2 GP Doha: Lowes fa doppietta, 3° Bezzecchi