Come l’anno scorso, a Jerez la pole position porta il nome di Tatsuki Suzuki. Il “giappo-riccionese” della SIC58 Squadra Corse è riuscito a essere subito incisivo nelle Q2, scendendo sotto il muro dell’1’46 con il crono di 1’45.807. Il primo ad avvicinarsi è stato lo spagnolo Jeremy Alcoba (team Gresini Racing) spuntato sul finale dopo aver anche disputato la Q1, che ha beffato Andrea Migno, il quale con il terzo tempo è riuscito comunque a essere in prima fila.

Rodrigo in forma


Molto buona la qualifica anche di Romano Fenati, che sul finale è riuscito a centrare il quinto miglior tempo, a 360 decimi dal primo, preceduto dall’altro alfiere del team Gresini Gabriel Rodrigo. L’argentino si è già messo in mostra su questo tracciato dove appare particolarmente competitivo. A seguire la coppia del team Petronas, con John McPhee sesto e quindi in seconda fila, e Darry Binder, autore di un high side sul finale, rimasto con il settimo tempo (terza fila). Il sudafricano è seguito da Ayumu Sasaki e da Niccolò Antonelli, che affronterà il quarto GP dalla nona casella.

Moto3: i "vecchi" italiani contro il baby Acosta

Indietro Foggia, Rossi e Nepa


Scatterà dalla 13esima casella il leader del campionato Pedro Acosta, quinta fila, dopo esser passato dalla Q1, mentre non sono riusciti a entrare in Q2 alcuni dei nostri connazionali: Dennis Foggia partirà 23esimo, seguito da Riccardo Rossi e Stefano Nepa. Sarà una gara difficile per loro, che dovranno puntare a fare una rimonta, per raggiungere il prima possibile il gruppo di testa. A passare dalla Q1 sono poi stati Izan Guevara e Carlos Tatay, rispettivamente 11esimo e 16esimo.


Ecco la classifica dei due turni di qualifiche:

 

 

Orari TV Jerez, in diretta su Sky, DAZN e TV8