La pista tedesca ha ospitato anche il secondo turno di prove libere dell’ottavo Gran Premio stagionale (qui gli orari tv) dove ad aver avuto la meglio è stato Pedro Acosta. Lo spagnolo ha fermato il cronometro sull’1’27.090, senza riuscire a scalzare John McPhee dalla vetta della combinata, e ha preceduto Gabriel Rodrigo, secondo, per soli 44 millesimi. A poco meno di due decimi dal primo ha chiuso Deniz Oncu, che dopo il suo primo podio in carriera ottenuto a Barcellona, vuole subito il bis.

Fenati guida la flotta italiana


Alle loro spalle, c’è tanta Italia. In primis con il pilota della SIC58 Squadra Corse, il “giappo-riccionese” Tatsuki Suzuki, quarto davanti a Romano Fenati. L’ascolano ha portato l’Husqvarna a completare la top 5 a quattro decimi dal primo e ha preceduto Stefano Nepa che si era già messo in mostra al mattino. L’abruzzese è da subito riuscito a interpretare nel modo giusto il Sachsenring, riuscendo a stare sempre nel gruppo di testa. Ottavo Dennis Foggia, che mantiene la stessa posizione anche nella combinata e nella top 14 del venerdì rientra anche Andrea Migno undicesimo seguito da Niccolò Antonelli.

Moto3: il 50 di Dupasquier verrà ritirato al Sachsenring

A rischio Q1


Attualmente fuori dalla top 14, che quindi rischiano di passare dalla Q1, sono tra gli altri Sergio Garcia, primo rivale di Acosta in campionato che ha messo a referto una caduta, il portacolori del team Gresini Jeremy Alcoba e Riccardo Rossi, che ha chiuso 21esimo. Domani mattina nelle fp3 avranno l’ultima possibilità di rientrare nei primi 14.

 Ecco la classifica combinata del venerdì:

Moto3, Acosta: "Prima la mia mentalità era o gloria o ospedale"