GP Americhe, Fenati: “L'incidente in Moto3? Certi piloti sono un po' pericolosi”

GP Americhe, Fenati: “L'incidente in Moto3? Certi piloti sono un po' pericolosi”© Milagro

L'ascolano commenta la gara di Austin, segnata dal botto innescato da Oncu: "Bisogna tornare a correre con maggiore attenzione". Foggia: "Incidente pauroso, per fortuna nessuno si è fatto male"

Continua a far discutere l’incidente spaventoso verificatosi durante la gara della Moto3 ad Austin. In tanti hanno chiesto provvedimenti da parte dei Commissari per evitare il ripetersi di queste situazioni in futuro, da Andrea Migno a Valentino Rossi.

Al coro si è aggiunto anche Romano Fenati, 12° al termine del GP Americhe.

L’opinione di Fenati


“Non sono soddisfatto dell’esito della gara, perché non abbiamo trovato un buon setting per la mia moto, anche se alla fine della prima gara la moto migliorava giro dopo giro” ha dichiarato l’ascolano, fresco di firma con SpeedUp Moto2 per la prossima stagione.

“Penso che questa gara sia stata incredibile, visto che la Moto3 non raggiunge velocità molto elevate quindi in teoria non è così pericolosa, ma se i piloti si comportano così può diventarlo. Stiamo vivendo un periodo difficile, per cui dobbiamo tornare a correre con maggiore attenzione. Alcuni piloti sono un po’ pericolosi e credo fermamente che debbano essere penalizzati, affinché possano capire i loro errori” ha concluso il portacolori del Max Racing Team.

Le parole di Foggia


Anche Dennis Foggia, secondo classificato al termine della corsa, ha espresso la propria opinione sull’accaduto: “Ho rivisto le immagini solo al termine della gara, è stato davvero pauroso. Quando si sta in scia e il pilota davanti a te cambia linea è difficile spostarsi, erano tutti attaccati ed è successo ciò che abbiamo visto. Fortunatamente stanno tutti bene”.

Classifica Piloti Moto3: Dennis Foggia accorcia le distanze da Acosta

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi