Moto3: a Misano Pedro Acosta può battere Loris Capirossi

Moto3: a Misano Pedro Acosta può battere Loris Capirossi© Milagro

Nel (difficile) caso in cui Acosta dovesse laurearsi campione del mondo Moto3 al termine del GP Emilia Romagna, lo spagnolo sottrarrebbe a Loris il primato di campione del mondo più giovane di sempre nella storia del Motomondiale 

Non solo Fabio Quartararo: il GP Emilia Romagna rappresenterà il primo match point iridato anche per Pedro Acosta, rookie che sta stupendo il mondo alla sua prima stagione iridata in Moto3.

MotoGP Emilia Romagna: su Sky e NOW, una settimana da non perdere

Acosta campione a Misano se…


Certo, le possibilità di vedere Pedro campione del mondo già a Misano sono assai più basse rispetto al francese: con i suoi 30 punti di vantaggio su Dennis Foggia, l’alfiere KTM-Ajo dovrebbe guadagnare almeno 21 lunghezze sul romano per festeggiare il titolo già in Riviera. In soldoni: Acosta deve vincere e Foggia classificarsi 12° o peggio.

Uno spiraglio piccolissimo che permette a Pedrito di sognare un altro record di precocità: laureandosi campione a Misano, l’iberico diventerebbe il più giovane campione del mondo di sempre nel Motomondiale. Il record appartiene a Loris Capirossi, che all’età di 17 anni e 165 giorni divenne campione del mondo della classe 125 nel lontano 1990.

Loris e Pedro, baby fenomeni


Facile tracciare un parallelismo tra i due: Capirossi, all'epoca anche lui al debutto nel Motomondiale, in quel 1990 si presentò al mondo con i galloni da “baby prodigio”. Dopo aver esordito nell’Italiano Sport Production e nella 125 GP, Capirex si piazzò quarto nel Campionato Europeo 1989, prima di passare al Mondiale in sella alla Honda RS 125 del Team Pileri. Trovato Fausto Gresini come compagno, il #65 dovette vedersela con rivali come Stefan Prein, Hans Spaan, Doriano Romboni e Jorge Martinez. Stagione che trovò il suo culmine nel trionfo di Phillip Island, gara che consegnò all’imolese il primo dei tre titoli mondiali conquistati in carriera.

Un percorso da ragazzo precoce, un po’ come quello di Acosta: campione spagnolo PreMoto3 nel 2017, dal 2018 al 2020 ha partecipato al CEV Moto3, prendendo parte in parallelo anche alla Red Bull Rookies Cup a partire dal 2019. Dopo la vittoria nella Rookies Cup ottenuta 12 mesi fa, quest’anno è arrivato il salto tra i grandi senza timori reverenziali nei confronti di piloti più esperti come Fenati, Foggia o Masia, per citarne alcuni. 

Riuscirà Acosta a riscrivere la storia, come Capirossi 31 anni fa? Al Misano World Circuit Marco Simoncelli l’ardua sentenza.

MotoGP: a Misano un tributo da brividi per Simoncelli e Gresini

  • Link copiato

Commenti

Leggi motosprint su tutti i tuoi dispositivi